Trekking: da Ranzi al Rifugio Pian delle Bosse

Raggiunta la Piazza della Chiesa di Ranzi di Pietra Ligure si possono vedere le indicazioni Antico Sentiero del Fieno con il segnavia “triangolo rosso pieno” in direzione della Borgata di Santa Libera. Superato il borgo si raggiungono alcune vasche di raccolta acqua e si inizia a salire su un sentiero roccioso per arrivare ad una via sterrata più larga. Si prosegue sempre dritti sino a raggiungere un incrocio con una via sulla sinistra con una sbarra che porta al punto panoramico di San Martino, dove si può vedere il cippo a ricordo degli Alpini caduti, i ruderi della vecchia chiesa e la chiesetta dedicata al Santo.

Ritornando sulla strada principale si prosegue sino a raggiungere un incrocio con sulla destra una grossa struttura in pietra: la casella u cabanun anticamente utilizzata come ricovero per coloro che trasportavano il fieno e i loro animali. Nei pressi sono presenti altre caselle riunite in un giro denominato Anello delle Caselle, che può andare ad integrare questo percorso. Proseguendo per il sentiero ciottolato si raggiunge un incrocio di quattro sentieri di cui uno chiuso da una sbarra per impedirne il passaggio ai mezzi. Si prosegue seguendo il segnavia sino ad incontrare il sentiero delle Terre Alte e da li si raggiunge, attraverso un bosco, un grande prato con un’altra Casella e da qui il Rifugio di Pian delle Bosse. Da Pian delle Bosse volendo si può raggiungere in 2/2.30 h la cima del Monte Carmo, il monte più alto della provincia di Savona con i suoi 1384 metri, per il ritorno si utilizza la stessa strada.

CONSIGLI PER UNA CAMMINATA ECO-RESPONSABILE

  • portare con sè acqua (almeno 1 litro a testa) e
  • una crema solare con fattore di protezione adatto alle condizioni climatiche
  • munirsi di sacchetti per i rifiuti
  • indossare scarpe da trekking

 

Ufficio TurismoTrekking: da Ranzi al Rifugio Pian delle Bosse